Altro

Triangolo delle Bermuda, finalmente la scioccante verità

Il triangolo delle Bermuda è una delle zone più misteriose dell'intero pianeta: finalmente la verità Triangolo delle Bermuda, finalmente la scioccante verità

Chiunque sia appassionato dei misteri che avvolgono il nostro pianeta, si sarà interessato almeno una volta nella vita al triangolo delle Bermuda.

 

Questa zona dell'oceano Atlantico è particolarmente nota perché si dice sia il cimitero di molte navi e altrettanti aerei letteralmente scomparsi nel nulla.

 

 

Spesso e volentieri la spiegazione di queste sparizioni è stata attribuita a fantasiosi fenomeni paranormali, tra cui rapimenti da parte di UFO e alieni; si è addirittura arrivati a parlare di viaggi nel tempo.

 

Gli scienziati, come ben saprai, si sono sempre rifiutati di credere a queste storie e hanno pertanto cominciato a mappare i fondali della zona del triangolo delle Bermuda.

 

La verità 

 

Uno studio effettuato ultimamente, i cui risultati verranno ufficialmente presentati alla prossima riunione annuale della European Geoscience Unionion, ha evidenziato la presenza di enormi crateri sottomarini, causati probabilmente da accumuli di metano. Questi ultimi, esplodendo, avrebbero per l'appunto risucchiato navi e aerei nelle profondità marine.

 

A darne notizia è il Sunday Times: alcuni studiosi dell'Arctic University hanno riferito al giornale: “Esistono diversi crateri giganti sul fondo del mare in una zona nella parte centro-occidentale del Mare di Barents e sono probabilmente la causa di enormi scoppi di gas”.

 

Insomma, sembra che anche questo enigma apparentemente inspiegabile, alla fine abbia una ragione scientifica. Le esplosioni di gas, per quanto meno affascinanti dei vari rapimenti alieni o dei viaggi nel tempo, sembrano decisamente più plausibili.

 

Di certo, comunque, questa scoperta, per importante che sia, non scalfirà minimamente il fascino di un'area che rimane comunque ancora poco conosciuta.

 

Tu che cosa ne pensi? Vota il sondaggio qui sotto.

 

[foto copertina: leonardo.it]

Immaginavi fosse questa la causa?

Codice da incorporare Normale Grande

Advertisement

Potrebbero interessarti anche:
Commenta