Altro

La scoperta del secolo: due stanze segrete nella tomba di Tutankhamon

Gli archeologi avrebbero portato alla luce due nuove stanze nella tomba del faraone Tutankhamon: gli ambienti erano nascosti dietro un muro La scoperta del secolo: due stanze segrete nella tomba di Tutankhamon

Il faraone Tutankhamon è senza dubbio una delle figure più misteriose e affascinanti dell'intera storia dell'umanità.

 

Attorno al sepolcro del faraone sono nate tantissime storie curiose, tra le quali la più nota è di certo quella di una presunta maledizione che colpirebbe chiunque entri a contatto con il suo luogo di sepoltura.

 

È notizia di queste ultime ore che

 

alcuni archeologi, che erano a lavoro nelle stanze di Tutankhamon, abbiano rinvenuto due stanze segrete, nascoste dai muri settentrionale e occidentale della tomba del faraone.

 

Nonostante le due camere non siano ancora state aperte,

 

la loro presenza è pressoché certa,

 

poiché sono state rivelate da una scansione radar. La notizia è stata confermata dal ministro delle antichità egiziano, Mamdouh el-Damaty.

 

In una conferenza stampa tenuta poco dopo la scoperta, il politico ha affermato che: “I primi risultati della scansione mostrano la presenza di diversi materiali organici e metallici dietro al muro della tomba.”. L'uomo ha poi proseguito chiarendo che

 

la scoperta apre nuovi scenari.

 

Per tutti gli egittologi e, più in generale, per tanti archeologi e gli amanti di arte e storia, questa potrebbe davvero essere la scoperta del secolo.

 

Secondo alcune indiscrezioni della prima ora, sostenute per di più dall'archeologo inglese Nicholas, dietro questi muri potrebbero esserci i resti della regina Nefertiti.

 

Le autorità del posto hanno anche dichiarato che, prima di prendere ulteriori decisioni circa il da farsi, verranno effettuate altre scansioni con strumenti ancora più sofisticati, per chiarire ogni dubbio.

 

I risultati verranno svelati il 1 Aprile a Luxor.

 

Tu che cosa ne pensi? Vota il sondaggio qui sotto.

 

[foto: cultura.biografieonline. it]

Codice da incorporare Normale Grande
Potrebbero interessarti anche:
Commenta