Politica

Isis sotto shock, ucciso al-Obeidi, vice di Al Baghdadi

Un raid del Comando militare congiunto iracheno avrebbe ucciso il vice del capo del califfato, discepolo e fra le Guardie del regime Hussein Isis sotto shock, ucciso al-Obeidi, vice di Al Baghdadi

A est della città di Haditha, nella provincia di al Anbar sarebbe stato colpito ed ucciso Assi Ali Mohammed Nasser al-Obeidi, meglio noto solo come al-Obeidi e braccio destro di Al Baghdadi, indiscusso e riconosciuto capo del nuovo califfato islamico che sta seminando terrore nel mondo.

 

La notizia la dà lo stesso Comando militare congiunto iracheno (lo stesso che aggiunge la morte di altri 15 importanti esponenti del califfato) che ne avrebbe provocato la morte in seguito ad un raid ieri e ne riportano poi anche i maggiori all news-channel del mondo a cominciare da CNN.



Al Obeidi era un’istituzione nella gerarchia del califfato visto che aveva conquistato la posizione di capo di stato maggiore a seguito di una lunga carriera di fedeltà all’organizzazione terroristica islamica, iniziata prima ancora quando fu arruolato nella Guardia Repubblicana di Saddam Hussein. Imprigionato anche nel carcere degli orrori di Abu Grahib, il vice di Al Baghdadi sarebbe riuscito ad evadere in una fuga pronto poi ad entrare nelle fila dell’Isis.

 

La vicenda segue quella di qualche giorno fa, sull’obiettivo centrato ad opera invece di un raid della coalizione guidata dagli Stati Uniti nella provincia irachena di al Anbar, operazione che avrebbe ferito gravemente Abu Mohammed al-Adnani, conosciuto come il portavoce dell'Isis e secondo molte fonti, solo nel mese dello scorso dicembre sarebbero stati uccisi altri capi del sedicente Califfato, fra cui alla vigilia di Natale anche Souleyman (al secolo Charaffe al Mouadan) ritenuto uno dei maggiori responsabili dell'Isis e vicino dunque a ad al Obeidi, nonché fortemente legato agli attentati di Parigi.

 

[foto: Tiscali.it]

Codice da incorporare Normale Grande
Potrebbero interessarti anche:
Commenta