Web & Tech

Ecco Shazam delle opere d'arte: si chiama "Mangus"

C'è chi lo ha ribattezzato lo Shazam delle opere d'arte: Magnus è un'app che riconosce i quadri e le opere d'arte Ecco Shazam delle opere d'arte: si chiama "Mangus"

Si chiama Magnus ed è un'applicazione per pad e smartphone in grado di riconoscere le opere d'arte con un solo 'sguardo'. In pratica uno Shazam per quadri e sculture e, c'è da giurarci, sarà una delle app che verranno scaricate di più.

 

L'idea di dar vita ad un'applicazione così utile e intelligente è venuta all'imprenditore Magnus Resch, così da poter rendere l'arte fruibile al maggior numero di persone. Non è infatti raro che, guardando un dipinto o, magari, una scultura, non si sappia chi sia l'artista che l'ha partorita.

 

Ma come fa Magnus a riconoscere l'opera d'arte? Semplice: grazie alla tecnologia di riconoscimento delle immagini, che funziona esattamente come quella che è alla base di Shazam. Scattando una foto al dipinto o alla scultura, l'app ti darà tutte le informazioni di cui avrai bisogno: l'autore, il titolo e, addirittura, il prezzo. Sì, hai capito bene, il prezzo, questo perché Magnus sarà la più grande banca dati dei prezzi dell'arte contemporanea.

 

Per ora questa geniale applicazione è disponibile solo nella città di New York ma non c'è da disperare. A breve, infatti, verranno rilasciate le versioni per numerose altre città, tra cui Londra, Parigi, Berlino e Hong Kong.

 

Riguardo alla paternità dell'app, Resch ha dichiarato “La missione di Magnus è democratizzare l'accesso al mondo dell'arte questa applicazione è lo strumento perfetto per chiunque sia interessato all'arte. E' come Shazam: basta scattare una foto e l'applicazione ti dice tutto quello che c'è da sapere. La mappa mostra tutti i luoghi d'arte intorno a voi in modo da non perdere mai un evento, o controllare i prezzi delle opere che desiderate acquistare. Credo che la trasparenza sia un bene per il mondo dell'arte. Questo attirerà nuovi collezionisti e darà ai potenziali acquirenti uno strumento a portata di mano per godersi ancora di più l'arte. E il bello è che è gratuito”.

 

Insomma, una vera e propria rivoluzione nell'universo della cultura, che finalmente potrebbe avvicinare un pubblico più vasto alle arti figurative.

 

Tu che cosa ne pensi? Vota il sondaggio.

[foto: magnus. net]

Codice da incorporare Normale Grande

Advertisement

Potrebbero interessarti anche:
Commenta